La salute è un affare di famiglia

318922_516025388422386_1016619667_n

Immaginate di dover cambiare stile di vita quando invece tutti intorno a voi si rimpinzano di gelati e Nutella davanti alla TV. Immaginate di mettervi a dieta convivendo con gente che si nutre di lasagne al forno e parmigiana: è chiaro che la dieta, intesa come corretto stile di vita, avrebbe i giorni contati. Ci sono addirittura persone che trovano assurdo che il proprio partner corra regolarmente e vorrebbero che smettesse. Beh, qui siamo veramente all’assurdo ma purtroppo accade ed io leggo spesso nei gruppi stranezze di questo tipo. Ci sono giorni in cui io rientro dalla corsa, accaldata, e lui, dopo un’occhiata alla mia espressione felice si prepara, o viceversa. Ci influenziamo a vicenda oppure usciamo insieme. 🙂 Questo per dire che, al di là delle fesserie che si sentono, per esempio che la gente è grassa perchè ha il metabolismo lento, perchè ha una costituzione predefinita, perchè ha la tiroide scassata, la verità è che se guardate bene il problema del sovrappeso o dell’errato stile di vita è una questione che si estende alla famiglia, non ai singoli componenti. E, se frugassimo nelle ante della cucina, sapete cosa troveremmo? Biscotti, Nutella, stecche di cioccolata, confezioni di merendine, un freezer pieno di gelati, pane bianco, sacchetti di patatine, alcolici, bibite gassate. Se fate parte di questo contesto, la prima cosa da fare è prendere una decisione col consenso di tutti: iniziate a camminare un’ora al giorno e il resto verrà da se’…naturalmente, dopo aver svuotato le antine di cui sopra. In caso contrario, sarebbe una battaglia contro i mulini a vento. Non siete ancora convinti a cambiare vita? Beh… Su Salute.gov.it si legge che: L’inattività fisica è il quarto più importante fattore di rischio di mortalità nel mondo. Circa 3,2 milioni di persone muoiono ogni anno a causa dell’inattività fisica. L’inattività fisica è un fattore di rischio fondamentale per le malattie non trasmissibili, quali le patologie cardiovascolari, i tumori e il diabete. L’attività fisica apporta benefici significativi alla salute e contribuisce a prevenire le malattie non trasmissibili. Nel mondo, un adulto su tre non è sufficientemente attivo. Nel 56% degli Stati membri dell’OMS sono in atto politiche per contrastare l’inattività fisica. Gli Stati membri dell’OMS hanno concordato di ridurre del 10% l’inattività fisica entro il 2025.   Certo, è difficile fare tutto questo quando si è bersagliati dalla pubblicità in TV e da prodotti scadenti sugli scaffali del supermercato. La decisione è solo vostra.

Maria Antonietta BS

Annunci

21 thoughts on “La salute è un affare di famiglia

      1. Lo ho detto a montgiusi poco fa. Ho ribloggato il suo post su Maria Maddalena ed ho aggiunto uno stralcio di Gibran. E’ un “cerchio” meraviglioso questo dove ognuno porta un pezzo di se e tutti escono più ricchi. 😀 Magica giornata 😀

        Liked by 1 persona

  1. Io e mia moglie siamo diventati vegetariani 5 anni fa. Me l’ha proposto lei, io ho accettato perché l’unione fa la forza. Seguire un regime di dieta così stringente da soli è quasi impossibile. E questo vale anche per uno stile di vita più sano.
    Una volta impostato il nuovo stile, poi la cosa diventa naturale, perché ti rendi conto di tanti benefici. 🙂

    Liked by 1 persona

  2. “Mens sana in corpore sano”… gli antichi la sapevano lunga. Ed infatti i disturbi dell’alimentazione sono la somatizzazione di una psiche sofferente; in entrambi gli estremi. Un circolo vizioso da cui è difficile uscire in maniera” dolce”, ma è questo il segreto. Tutto ciò che è drastico è traumatico ed ha un collaterale effetto rimbalzo. Se si ha un rapporto di dipendenza dal cibo, secondo me, è maggiormente produttivo, almeno inizialmente, ridurre gradualmente le quantità piuttosto che la rinuncia toutcourt. Nonappena si percepisce il benessere psicofisico, poi vien da se calibrare il tiro su un regime di vita più sano, ma soprattutto spontaneo e senza forzature. Ci vogliono le giuste motivazioni, e ci vuole il giusto tempo per scoprirle da se. La penso così 🙂

    Liked by 1 persona

  3. L’ha ribloggato su Pigra…aspirante runnere ha commentato:
    Rebloggo questo articolo che condivido in pieno. Non ho mai conosciuto una persona in sovrappeso che non abbia abitudini alimentari pessime (senza rendersene conto tra l’altro).
    Inoltre aggiungo una mia considerazione: io vivo la scuola come genitore. Nella scuola ci sono pessime abitudini alimentari. Nonostante la dieta della mensa sia curata da nutrizionisti, le insegnanti stesse hanno spesso atteggiamenti non corretti nei confronti del cibo. Spero che la mia esperienza non sia comune ad altri e per questo mi interesserebbe conoscere altre situazioni. Alla materna e alle elementari le insegnanti che hanno avuto i miei figli, distribuiscono quotidianamente caramelle come premio o portano da casa barattoli di nutella con cui dare la merenda con il pane avanzato dal pranzo. Utilizzare dolci come premio è un messaggio sbagliato oltre al fatto che è anche deleterio per i denti e per la tendenza all’obesità infantile.
    Che ne pensate?

    Liked by 1 persona

  4. Mi sono fermata 10gg per pulizie extra della casa e anche perché avevo bisogno di riposare e di recuperare energie, ma é ora di riprendere. Il corpo mi urla che ha bisogno di attività fisica, di muoversi. Non sono una runner come te, ma mi piace camminare e correre così anni fa mi sono regalata un buon tapis roulant della proform (dalle mie parti uscire a correre significa finire in campagna isolate). E siccome mi piace fare pure fitness a casa… c’ho na palla medica, pesi, tappetino e la mia app NTC Nike Traning Club 😉 Al di là del fatto estetico (ci devo lavorare ancora… maledetta panza!) muoversi é una medicina molto efficace per il corpo e per lo spirito.

    Liked by 1 persona

  5. Hai ragione sai, mio marito per motivi di salute e’ a dieta, la nutrizionista non gli fa mancare nulla, mangia benissimo e noi tutti in famiglia lo seguiamo, perche’ mettere tutti i giorni la pasta in tavola, in questi giorni poi è meglio una bella insalata ricca e basta! Tanto sport per tutti, lo sai che mio papa’ ha 84 anni e tutti i giorni si fa un po’ di tapis roulant, alla velocita’ minima, va benissimo, la salute e’ una sola, chi ci tiene fa di tutto per mantenerla, un abbraccio cara, buona serata, ❤

    Mi piace

  6. Mara dici cose fondamentali.La gente deve capire che l’investimento sullo stile di vita, sul mangiare sano, sulla ginnastica quotidiana apporterà benefici nel futuro e nella terza età quando i problemi di salute si faranno sentire. Ti seguo con passione perchè trovo fondamentale il messaggio che fai passare. Un caro abbraccio

    Mi piace

  7. Tutto verissimo!
    Aggiungo che conta anche l’aspetto mentale, la motivazione del fare sport/attività fisica per stare meglio; bisogna esser stimolati o farci stimolare da amici, parenti etc….
    Per il resto leggo con piacere i tuoi post!!!
    Complimenti!

    Mi piace

  8. Infatti, se apri la mia dispensa troverai la confettura fatta in casa da me, una crostata al farro biologica, succhi di frutta bio, pane integrale, semi…vado avanti? Non avere schifezze in casa aiuta molto 🙂 Però ho il biscotto-gelato in freezer LOL

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...