Considerazioni inattuali

CSTuOlfWEAA5wUz

Un viaggiatore che aveva visto molti paesi e popoli e più continenti, interrogato su quale qualità degli uomini avesse ovunque ritrovato, rispose: essi sono inclini alla pigrizia. A molti parrà che, più giustamente e più validamente, avrebbe potuto dire: sono tutti pavidi. Si nascondono dietro costumi e opinioni. Ogni uomo, in fondo, sa bene di essere al mondo solo per una volta, come un unicum, e che nessun caso, per quanto straordinario, riuscirà a una seconda volta a mescolare insieme quella molteplicità così eccentricamente variopinta nell’unità che egli è; questo l’uomo lo sa,  ma lo nasconde come una cattiva coscienza,  perché? Per paura del prossimo che esige la convenzione e in essa si nasconde.

Ma cosa costringe il singolo a tenere il prossimo, a pensare e agire come il gregge, a non essere lieto di se stesso?

Per alcuni, ma sono rari, forse il pudore. Per la grande maggioranza è poltroneria, indolenza, in breve quell’inclinazione alla pigrizia di cui il viaggiatore parlava. Egli ha ragione: gli uomini ancor prima che pavidi sono pigri e soprattutto temono gli incomodi che procurerebbe una nudità e una sincerità incondizionata.

Soltanto gli artisti odiano questo indolente incedere ostentando maniere d’accatto e opinioni posticce e svelano il segreto, la cattiva coscienza di ognuno, il principio cioè che ogni uomo è un miracolo irripetibile; essi soltanto osano mostrarci l’uomo nella loro peculiarità  e unicità fin nel più piccolo movimento muscolare, e, ancor bello e degno di osservazione, nuovo e incredibile come ogni opera della natura, e niente affatto noioso.

Il grande pensatore che disprezza gli uomini, ne disprezza la pigrizia: poiché a causa di questa essi appaiono simili a prodotti di fabbrica, indifferenti, indegni di contatti e di ammaestramenti.

L’uomo che non voglia far parte della massa non ha che da smettere di essere  accomodante con se stesso; segua piuttosto la propria coscienza che gli grida: “sii te stesso! Tu non sei certo ciò che fai, pensi e desideri ora. “

F.Nietzsche

 

Annunci

14 thoughts on “Considerazioni inattuali

  1. Si è al mondo solo per una volta.
    L’uomo non accetta questa condizione, non riesce a dargli un senso e trova le risposte più varie per ovviare alla legge della vita.
    Io vivo tutto, nel bene e nel male, come mio e irripetibile, è una consapevolezza meravigliosa

    Liked by 1 persona

  2. Soltanto gli artisti […] svelano il segreto, la cattiva coscienza di ognuno, il principio cioè che ogni uomo è un miracolo irripetibile; essi soltanto osano mostrarci l’uomo nella loro peculiarità e unicità fin nel più piccolo movimento muscolare, e, ancor bello e degno di osservazione, nuovo e incredibile come ogni opera della natura, e niente affatto noioso.
    Questa frase mi piace molto 🙂
    Buona giornata
    Alexandra

    Liked by 1 persona

    1. Si, è un altro discorso, effettivamente. Non parlo mai della diversità, pensandoci bene, forse perchè, facendo il lavoro che faccio, ne tocco gli effetti ogni giorno. I miei alunni sono tutti diversi, non solo quelli certificati, io li vedo tutti così particolari, mi riempie di tenerezza il loro modo di essere e di voler uscire da certi schemi che la scuola impone. Io li lascio venir fuori, la strategia del cooperative learning aiuta molto.

      Liked by 1 persona

      1. A su questo tema poi. Mi sono scontrata e continuo a cl scontrarmi con insegnanti che chiedono l’omologazione agli altri. Una volta mi è stato proprio detto così che dovevo aiutare mio figlio ad omologarsi agli altri…. Ho risposto che mi sarebbe stato difficile visto che da quando è nato cerco di insegnargli a ragionare sempre con la sua testa e non quella degli altri. Anche qui capitolo a parte…

        Mi piace

  3. Non saprei risponderti!Del resto son pieno di domande e considerazioni a cui difficilmente potrò dare risposta. Anche ieri avevo postato una di queste domande ma a quanto pare nessuno ha saputo rispondere! Una cosa è certa: l’umanità è così piena di contraddizioni che a far l’inventore di contraddizioni si diventerebbe miliardari!

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...