Quella sana malattia chiamata blogging

Tutti sono al corrente del mio difficile rapporto col cellulare, in particolare quelli che, constatando il mio ignorare i messaggi di whatsapp, sono costretti a telefonarmi. Il mio cellulare vegeta tranquillamente in borsa, raramente viene controllato a meno che non squilli. Magari, io esagero in questo senso, tuttavia vedo che gli altri si sbilanciano nel senso opposto, cadendo nell’internet addiction disorder,  mostrando un eccessivo attaccamento a questo strumento così utile ma anche nocivo alle relazioni reali. (vedi nomofobia).

Perdonate l’ossimoro “sana malattia”espresso nel titolo, ma è tutto quello che son riuscita ad elaborare per distinguere il bloggare da tutti gli altri usi del virtuale.

Bloggare è una cosa diversa. Bloggare è innanzitutto scrivere e non navigare, ma se scrivere regolarmente è una patologia, ebbene si, ne sono affetta fin da quando non esisteva Internet, motivo per cui mi capitava di scrivere sulle agende o sui quaderni che avevo a portata di mano anche nei momenti più impensati.

Bloggare permette l’interazione con altri maniaci della scrittura, mentre i lettori, che io chiamo lurkers, generalmente non manifestano la propria presenza.

A volte capitano situazioni in cui le risposte ai commenti che lasciate si confondono con i commenti che scrivo da voi perchè alcuni post sembrano scritti a 4, 6 e perfino 8 mani, senza un’origine precisa perchè pubblicati nello stesso minuto. Ad un certo punto, l’altro giorno ho fatto un po’ di confusione perchè non si capiva dove avessi commentato, se sul mio o su un altro.  Questo su w.p. è possibile quando si commenta già dal reader senza entrare interamente nel blog, ma è comunque sintomatico di una certa condivisione di interessi. Non ho più dubbi, il blogging è una malattia contagiosa da cui non sento la necessità di guarire. Tutto sommato, da quando ho un blog almeno ho delle agende perfettamente in ordine, e non è poco.

Maria Antonietta BS

Lei, per esempio, è favorevole al blogging.

12472819_10206265407503084_6030187226625678139_n

Mamma, cosa vuoi? Fai silenzio e continua a scrivere, per favore!

12800164_10206265405543035_8570722068512552266_n

A lei non serve parlare: comunica con gli occhi.

Annunci

20 pensieri riguardo “Quella sana malattia chiamata blogging

  1. dagli albori è molto cambiato l’intendimento riguardo il blogging, e a volte mi sembra abbia preso la piega del social per snob; ai tempi era qualcosa di molto più romantik, puro e duro. Se patologia si è associata alla scrittura su blog, è quella della ricerca ossessiva di consenso e visibilità come fine ultimo. Una sorta di degradante prostituzione, da parte di molti, in sostituzione di un autentico ed intimo bisogno espressivo, dell’amore per la condivisione e la scrittura in se. Ma d’altro canto, il mondo è bello perché vario… no!?

    Liked by 2 people

  2. Nemmeno io son uno col cel sempre in mano e non ho mai quella smania di rispondere o di vedermi rispondere in un centesimo di secondo che se poi son due la gente sclera! Il Blog poi è bello proprio perché prevede tempi dilatati, riflessioni e risposte che possono arrivare pure dopo mesi e un giorno chissà arriveranno pure postume! 😃

    Liked by 2 people

    1. Infatti, mi arrivano messaggi oppure commenti su post vecchi. Ultimamente anche tantissime mail, incredibile, mai successo, anche di gente che non conosco. (a quelli proprio anonimi ho bloccato l’indirizzo mail)

      Mi piace

  3. miciona bellissima…anche per me bloggare è indispensabile da 10 anni direi. prima avevo un sito prima ancora scrivevo su quaderni, dove capitava. odio il cell. forse perché mi tormenta anche di notte-lavoro-
    Tesò, da me Pizza nomination! troppo buona…

    Liked by 1 persona

  4. Io il cellulare ce l’ho perche’ quando mia figlia scarica il suo prende il mio, 😀 un abbraccio cara, e’ bello avere un blog, si condividono tante cose con belle persone, come sei tu, un abbraccio cara, buonanotte, ❤

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...