Sesso da baraccone

Purtroppo, con l’avvento della tecnologia, sono nate molte forme di virtualità del sesso, che, per alcuni, ha addirittura preso il posto di quello vero. La cosa allarmante è che, come in altri campi, anche il sesso sta diventando un’azione da baraccone, da mostrare agli altri, come si volesse una conferma del proprio machismo, del proprio esserci al mondo. Si condividono molti momenti sui social, ma ce ne sono alcuni che dovrebbero appartenere solo alla propria intimità e questo atteggiamento dovrebbe essere spontaneo e naturale.
Se fossi stata  un’amica dell’amante di Tiziana Cantone, non avrei gradito il suo filmato, e gliel’avrei detto esplicitamente! Si, proprio come amica, gli avrei detto che ne usciva male da questa cosa.
Altro che condividerlo ad oltranza!
Oliviero Toscani l’ha chiamata fessacchiotta ed è stato pure gentile, ma se fosse stata una mia amica, quel filmato si sarebbe fermato sul mio cellulare.
Già, e sapete perchè?
Perchè un filmato o una foto che ti arriva è come un pettegolezzo e si sa che i pettegolezzi spesso servono a sentirsi coesi con un gruppo di persone, a scaricare lo stress, a sentirsi superiori, in altre parole, solo le persone veramente libere dentro non cadono in certi tranelli. Fermo restando che essere liberi, spesso, significa anche saper rimanere da soli senza provare disagio.
Perchè è vero che esiste una responsabilità delle proprie azioni e non c’è dubbio che questa ragazza non abbia minimamente valutato le conseguenze delle sue azioni, ma esiste anche la responsabilità personale di chi continua a perpetrare la stupidità altrui, allargandola a macchia d’olio.

E di questa responsabilità, tutti un giorno, saremo chiamati a rispondere.
Maria Antonietta BS

responsabilita-e-giustizia
Immagine dal web
Annunci

34 pensieri riguardo “Sesso da baraccone

    1. Fessacchiotta!
      Esibizionista ?
      Parliamo nn di una 15enne ma di una donna di 30anni.
      Se dai una pistola carica a qlc devi mettere in conto anche l ‘altrui o no?infatti le pistole si tengono chiuse a chiave anche a casa propria.
      Dopo di credo sia importantissima una SANA educazione e visione del sesso…

      SherabuonWE

      Liked by 1 persona

      1. Purtroppo, l’esibizionismo delle proprie prestazioni sessuali(parlo di lui, l’amante), come di proprie parti intime, mi pare sia annoverato nelle patologie mentali.
        Bisogna capire quali cose è giusto e utile condividere e quali non.

        Mi piace

  1. Non sono del tutto d’accordo nel senso che se lei si è fidata di qualcuno e questa persona ha tradito tale fiducia la cattiva persona resta la seconda e non la prima. Si può essere d’accordo o meno sui gusti delle persone ma il rispetto ci deve essere e chi viola quella fiducia deve pagarla cara. Colpevolizzare lei e non chi l’ha tradita equivale infatti a sostenere la tesi secondo cui spesso le vittime di violenza se la sono cercata! Tesi secondo cui le brave ragazze certe cose non le fanno e nemmeno le pensano. Beh, non è questione di web o baracconi ma di rispettare le scelte altrui anche quando magari non le condividiamo. Sta ragazza non aveva fatto nulla di male. Ha solo trovato sulla sua strada una manica di stronzi e sono loro che meritano disprezzo. Non lei. Ed invece ancora adesso è lei la poco di buono e non chi le ha rovinato la vita. C’è qualcosa che non va…

    Mi piace

      1. Si si, certo che ho letto. Ci mancherebbe. Per quello ho detto che non sono del tutto d’accordo. Non sono d’accordo che lei sia stata superficiale. È stata tradita. Poi magari ho interpretato male ma mi pare di aver capito che stigmatizzi chi ama l’esibizionismo e il voyerismo ritenendo ciò come fenomenologia da baraccone. E se questo è il concetto non sono d’accordo. Ma magari ho capito male! 😉

        Mi piace

      2. E questo fa parte del tuo vivere la tua sessualità! Ma altri magari lo trovano naturale. Per questo dicevo che vanno rispettate le persone anche se non siamo d’accordo col loro modo di essere.

        Liked by 1 persona

      3. E questo mi sembra giusto. Dico solo che come ho appena scritto nel mio post sarebbe anche ora che la si smettesse di giudicare le donne per ciò che fanno nella loro intimità. Nella vicenda in questione io condanno tutti coloro l’hanno tradita ma lei la salvo senza alcun dubbio.

        Liked by 1 persona

      4. Io dico che ognuno nella propria intimità può fare ciò che vuole, anzi, DEVE! In questo caso, l’amante di Tiziana evidentemente doveva dare prova di machismo, segno grave di insicurezza, lo prova il fatto che ha sentito il bisogno di divulgare il video. Per dimostrare cosa? Però, negare l’atto di superficialità di Tiziana non sarebbe corretto, soprattutto per altre ragazze che leggono e che potrebbero essere portate a ritenere erroneamente giusto fidarsi del primo venuto.

        Mi piace

      5. Ecco, fidarsi del primo venuto magari no. Però queste vicende spesso riguardano anche ex coniugi, ex compagni. Quindi proprio persone di cui ti fidavi. E questo non è tollerabile. È come se io mi ammalo di una grave malattia, vado dal mio amico e gli racconto la cosa e questi va dal mio datore di lavoro che mi licenzia. Sono stato sprovveduto? Può darsi ma allora se non possiamo più fidarci di nessuno che facciamo? Intanto iniziamo a prendercela con chi tradisce la nostra privacy e fiducia. E poi cambiamo questa mentalità per cui la donna ne deve sempre uscire sputtanata. Il maschio in questi casi c’è pure lui no? Eppure lei resta troia e lui ne esce immacolato. Io non lo trovo giusto. Solo questo volevo dire.

        Mi piace

      6. Ecco, vedi? Sei arrivato al punto! Certe cose accadono ancora perchè persiste la mentalità maschilista!!!!!
        In seconda battuta, ti direi che un filmato, una volta registrato, diventa pubblico e di ciò bisogna essere consapevoli

        Mi piace

      7. Io nel mio piccolo la combatto giorno per giorno ma è dura visto che non sono solo i maschi ad averla ma anche una buona parte del mondo femminile!

        Mi piace

  2. Ben detto. La velocità con cui può girare una foto o un video è impressionante e pericolosa. Anche senza arrivare a questi eccessi anche la foto di un primo bacio dato alle medie può fare il giro della scuola in un attimo e a 12 anni l’effetto potrebbe essere lo stesso. Insomma il fatto che possiamo sempre essere fotografati – anche a nostra insaputa- perché tutti hanno un cellulare è una cosa che non mi piace affatto

    Liked by 1 persona

  3. Mi fa tanta tristezza per la fine che ha fatto questa ragazza cosi’ ingenua, come abbiamo gia’ detto tante volte il web se ben utilizzato ci aiuta in tante cose ma qui purtroppo alcune persone il buon senso l’hanno perso per strada, baci cara, buon weekend, ❤

    Liked by 1 persona


  4. San Filippo e la gallina….
    Un giorno, una chiacchierona nota in tutta Roma, andò a confessarsi da San Filippo Neri. Il confessore ascoltò attentamente e poi le assegnò questa penitenza: “Dopo aver spennato una gallina dovrai andare per le strade di Roma e spargerai un po’ dappertutto le penne e le piume della gallina! Dopo torna da me!”.
    La donna, un po’ a malincuore, eseguì questa strana penitenza e andò a riferirlo a Filippo Neri.
    Lui le disse: “La penitenza non è finita! Ora devi andare per tutta Roma a raccogliere le penne e le piume che hai sparso!”.
    “Tu mi chiedi una cosa impossibile!”, disse la donna.
    E il confessore le rispose così: “Anche le chiacchiere che hai sparso per tutta Roma non si possono più raccogliere! Sono come le piume e le penne di questa gallina che hai sparso dappertutto! Non c’è rimedio per il danno che hai fatto con le tue chiacchiere!”.
    http://www.sullastradadiemmaus.it/il-guado-di-yabbok/1284-san-filippo-e-la-gallina

    non si sa … se 🙂 o 😦

    Anche su…
    http://www.donboscoland.it/articoli/articolo.php?id=124205
    Il paese è piccolo e la gente mormora. È normale. Ma tutti diciamo che non dovrebbe essere così. E allora, che si fa? Si racconta che un giorno una donna, notoriamente chiacchierona, andò a confessarsi da San Filippo Neri. Egli, dopo averla ascoltata attentamente…

    un 🙂 dal cuore GiuMa

    NB 🙂

    Viene a proposito e come il cacio sui…
    Relazione di equivalenza
    “quando manca la qualità nella vita, manca la bellezza.
    Qualità e bellezza sono frutti della sincerità”

    da un tuo post di qualche giorno fa… poi sparito!
    “Relazione di equivalenza”
    Scusami! troppo bello per non ribloggarlo!
    https://girobloggando.blogspot.it/2016/09/manca-la-qualita-nella-vita-manca-la.html

    Liked by 1 persona

  5. Mi rivolgo a tal “Demonio” già il nickname è tutto un programma, sei un caso di auto-oltraggio, ormai l’auto-denigrazione maschili sono trendy, provano che sei evoluto, moderno, progressista, pro-feminist, cioè moralmente a posto. Sei ridicolo ad accusare il maschio come fanno le femministe, quando in questo caso il maschio non centra nulla, anzi è vittima di una donna che sperava di diventare una star della TV trash e della stampa scandalistica che campano per quello, inviando egli stessa i video hard in rete, ma gli è andata male, nessuno l’ha presa in considerazione e non a caso è stata condannata a pagare un risarcimento di ventimila euro perché colpevole.
    Questa storia è montata ad arte dalla stampa per proclamare la dannazione del maschio e non importa se come in questo caso il maschio è innocente e leso nel suo orgoglio di uomo.

    Mi piace

    1. Perdonami, ma quello che hai scritto non è corretto. Perfino Il Fatto Quotidiano.it si è scusato per “aver trattato la cosa come una sorta di fenomeno di costume, come altri, ipotizzando che la vicenda potesse essere un’operazione di marketing in vista del lancio di una nuova attrice.” Informati meglio.

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...