Conservare la propria identità è un dovere verso se stessi e l’umanità.

Vi diranno che così come siete non andate bene: non credeteci mai!
Vi diranno che c’è qualcosa da correggere o da modificare, che il vostro sentirvi inadeguati in questo appiattimento di individualità, è un vostro disagio e non la normale conseguenza di una martellante manipolazione psicologica ai vostri danni. Voi preoccupatevi di proteggere quel disagio e guardatelo bene, esploratelo a non finire, fino alla noia.
Vi diranno anche per avere un’opinione bisogna ascoltare altre persone, più intelligenti, guardare la TV e copiare i modelli in voga del momento, perchè solo così si è accettati dalla società. Io vi assicuro che esiste solo un modello a cui dovete attenervi ed è il vostro, quello che state diventando dal momento in cui siete nati, senza bisogno di cercare al di fuori ciò che potete trovare dentro.
Vi convinceranno pure che state conducendo delle battaglie per liberare l’umanità, e che, per questo, è necessario portare avanti delle politiche che promuovano un una tipologia di essere umano amorfa, senza identità, senza limiti di possibilità.
Che tutto è possibile.
Che tutto è uguale al suo contrario.
Non credeteci mai!
Non siamo nati diversi per cercare di omologarci ma per differenziarci ed arricchirci.
Con le nostre religioni, con le nostre politiche, coi prodotti tipici delle nostre terre, con la nostra mentalità, col nostro genere sessuale, con la nostra cultura, con la nostra piccola società che chiamiamo famiglia, amici, territorio.
Quello che c’è in natura, c’è anche anche in noi. Non potremo mai convincere il gelsomino a diventare un crisantemo, un gatto a diventare un cane; solo l’uomo arriva a perversioni tali, una tabula rasa su cui imprimere leggi innaturali e contrarie alla sua identità, qualunque essa sia. Solo gli uomini sono capaci di lavare il cervello ad altri uomini, meno capaci di discernimento, più deboli, confusi.
Ci vogliono senza sicurezze, senza punti di riferimento, senza pensieri, senza opinioni, senza gusti, senza tendenze, senza attitudini. Ci vogliono paurosi.
Ci vogliono servi. Ambigui, perfino nei gusti sessuali. Il mondo sta diventando una fabbrica di bambole di carne, col cervello in ri-programmazione, laddove questo viene consentito.
Fermatevi un attimo e rispondete: dove sta andando il mondo, così come siamo messi ora? Chi vuole questo e perchè?
Che armi stanno usando? Possiamo sottrarci?
Io dico di si. Facendosi sempre domande.
Vigilando su se’ e gli altri.
Conservando, A TUTTI I COSTI, la propria REALE identità.
Maria Antonietta BS

quatta-quatta
Io sono Elizabeth e sono femmina: di questo sono certa!
Annunci

21 thoughts on “Conservare la propria identità è un dovere verso se stessi e l’umanità.

  1. In linea di massima concordo o per lo meno credo di aver colto l’essenza del tuo post. Però credo anche che più che non ascoltare gli altri tu intendessi dire di non scimmiottare gli altri. La prima è sempre una buona cosa se ci arricchisce mentre la seconda spesso è solo moda e appiattimento ed è deleterio!

    Liked by 1 persona

    1. Ovvio, non voglio dire che non bisogna ascoltare, anzi, bisogna farlo. Tuttavia, bisogna imparare a discernere il messaggio che arriva e perchè arriva. Ho scoperto, per esempio, che esistono dei programmi tv molto trash sulla chirurgia estetica. A cosa servono? Qual è il messaggio che arriva ai cervelli senza struttura? Ecco, è un esempio che si può estendere a tutto ciò che tende a farci il lavaggio del cervello per imprimerci poi fesserie.

      Liked by 1 persona

      1. Certi programmi come certi canali non mi spiego perché esistano e come facciano ad avere un pubblico eppure stan li! Ora bisognerebbe capire se stan li per lavarli sti “cervelli” o stan li perché certa gente lo ha già subito quel lavaggio! 😱😂

        Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...