Fare stretching è un imperativo per chi corre

Chi corre per gareggiare, concentra l’attenzione solo su ritmo e percorsi, ritenendo di non avere abbastanza tempo per riscaldamento e stretching post running: la reiterazione di questo comportamento ha il triste epilogo dell’infortunio, spesso per tempi molto lunghi.

Fare stretching è un imperativo per chi corre, i muscoli hanno necessità di allungarsi dopo la corsa e, quando c’è poco tempo, bisognerebbe almeno ritagliarsi una mezz’ora nella giornata in cui non si corre.

Conosco runners che sono fermi da mesi con infiammazione al nervo sciatico e lombalgia.

Le 4 posizioni in figura devono essere mantenute almeno per 2 minuti e ripetute due volte per ogni lato. Un consiglio: capisco che dopo aver corso siete molto sudati e potreste raffreddarvi fermandovi per parecchi minuti. Io eseguo gli esercizi dopo la doccia: in questo modo, la sensazione di benessere è anche raddoppiata, si è asciutti e al chiuso, e non si rischia di ammalarsi.

Maria Antonietta BS

Immagine1.png

Annunci

8 thoughts on “Fare stretching è un imperativo per chi corre

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...