Gli odiatori del bello

Spesso, si disprezza ciò che si desidera, senza saperlo.

Ci sono persone che riescono ad ammirare senza invidia e malevolenza, riescono a godere del bello. Penso che chi nutre sentimenti positivi riesca sempre a raggiungere ciò che desidera perchè non se ne vuole impossessare.
Tuttavia, è un vero dramma diventare adulti senza aver individuato la matrice del proprio disagio, la spinta interiore che la genera e, dunque, in che direzione andare: se non si è abituati a lavorare su se stessi, può diventare un’impresa titanica molto dolorosa.
Ed ecco che è più facile disprezzare che comprendere perchè la nebbia è più fitta, è più facile giudicare.
Si può disprezzare un’alba o un tramonto, se non se ne può godere, si può disprezzare l’allegria, la pace interiore, il sorriso di un altro, quando la propria anima è perversa, complessa, incapace di godere delle piccole cose.
Si può arrivare a disprezzare una persona che corre, per non ammettere con se stessi che non si sta facendo niente di costruttivo per il proprio benessere, o perchè non ci si accetta fisicamente.
Si può arrivare a disprezzare perfino qualcosa di eclatantemente bello, palesando così la propria grettezza; la verità, nuda, è che non si riesce a perdonare a se stessi il proprio tradimento, quello verso la propria natura, l’aver sprecato la propria vita ad inseguire chimere e valori effimeri, godimenti passeggeri.
In parole povere, l’invidia elaborata in senso negativo,  è un’ammissione di fallimento. Capire che l’invidia non nasce per far soffrire l’essere umano, bensì per spronarlo, può essere un buon punto di partenza per riprendere in mano le redini della propria vita, perchè non è mai troppo tardi.
Maria Antonietta BS

1922365_284045428415572_685891578_n
Immagine presa dal web.la ripropongo spesso perchè questo gatto, per me, è l’incarnazione della bellezza 
Annunci

17 pensieri riguardo “Gli odiatori del bello

    1. Carissima, non sempre il disprezzo è sintomo di invidia. Si può disprezzare qualcosa che è effettivamente degno di biasimo, in modo oggettivo, tuttavia, se questo qualcosa ha una valenza chiaramente positiva, un sospetto che si tratti d’invidia, viene, ti pare? 😉

      Mi piace

      1. Eppure tutti i sentimenti sono utili in qualche modo, anche quelli negativi. Certo, c’è modo e modo eh? Credo sia impossibile non provare sentimenti negativi nella vita, piuttosto vanno gestiti.

        Mi piace

  1. Sono d’accordo con te. Ho sempre pensato che vi sia (o almeno per me è così) una invidia positiva e buona ed una invece malvagia. La prima può essere stimolo, sprone ma anche sincera ammirazione della serie ti invidio perché sei più bravo di me, o perché hai quello che ti sei meritato ma lo ammiro. Poi però se si è malvagi allora c’è poco da fare e l’invidia diventa non solo disprezzo ma anche rivalsa e falsità. E questo genere di persone sono decisamente da evitare!

    Liked by 1 persona

      1. Una delle persone che invidio di più(il nome non ti dirà nulla!) è per esempio Mark Brickman. Il livello di invidia nei suoi confronti tende all’infinito! Ma, allo stesso tempo all’infinito tende la mia ammirazione per quel che ha fatto perciò ecco, la mia invidia si riduce ad essere un se rinascessi sarei voluto essere lui!:-D

        Liked by 1 persona

  2. purtroppo l’invidia resta quasi sempre tale, un sentimento nefasto che genera calunnia e falsità e che alla fine si ritorce sempre su chi prova questa emozione. Se invece diventa sprone, ma allora è emozione dei migliori umani, quelli con la mente aperta, che amano le sfide, che si amano, allora è tutto o,kappa…buondì antonietta, bacione

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...