Ogni lasciata è perduta(?)

La mentalità corrente è quella di non lasciarsi sfuggire nessuna occasione. Non si fa passare nemmeno un anno e mezzo senza sostituire il vecchio cellulare, diventato ormai obsoleto, in favore del nuovo modello, indispensabile grazie a funzionalità che mai serviranno.
Seguendo questa scia,  ci neghiamo il diritto di vivere sul serio, in quanto la estendiamo anche a nostre presunte passioni,  invece condizionamenti esterni. Non per ripetermi, ma i condizionamenti sono SEMPRE finalizzati a farci acquistare, nessuno si prende tutto questo disturbo in mancanza di un proprio utile.
Ma tornando a noi, i condizionamenti esterni ci inducono a credere di aver bisogno di molte cose, ci convincono ad immergerci in infinite attività, instillandoci il sospetto di bypassare fantastiche occasioni. Per la serie: una lasciata è perduta.
Ma non è così.
Così ci perdiamo la VERA vita e sapete perchè? La quotidianità va vissuta con naturalezza, con le pause di cui necessita, anche con qualche piccola noia. E’ sbagliato volerne colmare ogni vuoto, annullandone i cicli di vita, è come voler togliere autenticità agli attimi che invece vanno vissuti in tutta la pienezza delle varie sfumature.
Alzarsi all’alba, senza fretta, facendo colazione in santa pace, fare una doccia godendo del contatto dell’acqua sul corpo, senza pensare a ciò che si farà dopo, lavorare con serietà e presenza fisica e mentale, cucinare con amore e creatività, dedicare tempo e supportare le persone del cuore, senza risparmio, donarsi e donare la propria presenza, baciare ed abbracciare, dare attenzione senza considerare scontata la presenza di nessuno, ebbene, questo è VIVERE PIENAMENTE.
Cercare la lentezza è saggezza del vivere.
Eliminare il superfluo è fare posto all’essenziale.
Si, perchè è questo che manca nel vuoto di molti. Ma l’essenziale non si compra e non si vende, non si ottiene pronunciando vuote parole: si conquista.
Solo quando si torna alla semplicità, la vita mostra tutta la sua bellezza.
Maria Antonietta BS

img_7740
Ieri, 7 Gennaio 2017, era questa la temperatura qui a Bari, dopo una abbondante nevicata. 

 

Annunci

16 thoughts on “Ogni lasciata è perduta(?)

  1. Tralasciando chi davvero compra per moda o per aver sempre l’ultimo modello purtroppo devo dire che uno dei nostri problemi
    , in questo modello socioeconomico, è l’aver a che fare con l’obsolescenza programmata. E a quel punto c’è poco da fare perché tutto è progettato per durare poco e permettere un ricambio che mantenga la produzione inalterata.

    Liked by 1 persona

  2. mi affeziono agli oggetti che uso e li sostituisco solo se si guastano irreparabilmente. non risento del bombardamento esterno pro acquisti come non ascolto i richiami delle nuove mode a cominciare dal vestiario. per il resto concordo con te, ma per me è difficile, quando lavoro, gidermi ogni attimo come sarebbe buona cosa fare. ancora per oggi mi è concesso 🙂 buon lunedì maria antonietta

    Liked by 1 persona

      1. sono come te…sapessi che riesumo io..li hai mai visti quei cosi di legno fatti a pesce dove dentro si metteva il braciere , nell’800, per scaldare i letti? in liguria li chiamano “preti” 🙂 beh ripitturato e sistemato con dentro fiori e sopra libri è venuto una meraviglia :-)… eccolo:

        Mi piace

  3. La prima parte del post mi riguarda poco, cambio se si rompe e prendo solo cose adatte a me non alla moda, al massimo la gente mi guarda male (tipo quando giro con il tabarro), ma la seconda parte ho intenzione di stamparla e appenderla sopra il mio letto in modo da leggerla tutte le mattine!

    Liked by 1 persona

      1. Controbatto qui, bella riflessione ma sebbene la mia giovine età non concordo a pieno. Ho sperimentato varie forme di “amore” da quello ormoni, quando sei giovane, quello chimico dove l’attrazione è il 90 %, a quello del mio matrimonio, e in tutte queste situazioni ho sempre cercato il bene dell’altro, perché per me questo è l’amore. Nelle sue varie forme. Ma amore.

        Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...