Sfumature di running

A chi ha l’abitudine di camminare, pian piano, viene naturale aumentare il ritmo, il bisogno di correre dopo una mezz’ora di camminata a passo svelto è ciò che chiede il corpo, come anche la mente.
Questo può saperlo solo chi lo fa.
Nel mondo del running spuntano furbetti da ogni dove e, forti del fatto che al mondo ci sono più pigri che camminatori, cercano di far apparire le cose più difficili di quanto siano veramente, per esempio, riempiendoci la testa di minuzie INUTILI, che servirebbero solo a runners professionisti.
Guru improvvisati, soggetti che fanno coaching dopo un mini corso accelerato senza capire niente di fisiologia, figure di professionisti giocattolo imperversano nel mondo del running. Alcuni si fanno pubblicità nei gruppi di FB, sfruttando il desiderio di visibilità di chi tenta di farsi un varco nel mondo attraverso la pubblicazione di propri selfie.
Secondo me, bisognerebbe parlare di running limitandosi alla condivisione delle proprie esperienze, soprattutto per ciò che riguarda l’approccio mentale allo sport, senza spacciarsi per ciò che non si è, al chiaro scopo di monetizzare a danno degli ignoranti. Per esempio, perchè fornire consigli (sbagliati, tra l’altro)per la maratona a gente che, da poco, si è alzata dal divano? Così si creano solo degli infortunati e non sempre i problemi alle articolazioni sono risolvibili.
Il runner intelligente conosce i propri limiti, e soprattutto la differenza tra un amatore ed un professionista ed opera una scelta compatibile con i propri obiettivi di vita. E si, perchè tra il divano e la maratona ci sono un milione di sfumature di…running.
Maria Antonietta BS

13619997_502967246569253_8490107545755840930_n

 

Annunci

24 pensieri riguardo “Sfumature di running

  1. L’altro giorno mentre impazzava la bufera (e già c’era un buon mezzo metro di neve) io tutto imbacuccato, vestito a strati nella conservazione del calore ti ho pensata! 😂 Ad un certo punto nella neve vedo spuntare uno in pantaloncini e canotta che correva nella neve…un vero running come certo mai sarò. E mi son detto: Cla, così mi pare un pò troppo, chissà se pure MA corre sotto la neve! 😂

    Liked by 2 people

  2. il mondo del running, in costante crescita a livello amatoriale, segue le leggi di mercato di tutti gli altri settori. C’è una domanda e c’è un’offerta. Purtroppo, come avviene anche in altri campi, tra le offerte ci sono quelle buone e quelle farlocche. Però complessivamente non ci trovo nulla di male se in questo momento c’è qualcuno che trova da vivere anche con la corsa.

    Liked by 1 persona

  3. Impazza la “ricerca della visibilità” e non quella della felicità. Uno dovrebbe stare bene con se stesso, non cercare di fare il gallo. A tutti i livelli. Ma come giustamente dici, se uno per fare il figo mette a repentaglio la salute altrui, è da biasimare (oggi si direbbe “da bannare”).

    Liked by 1 persona

  4. Condiviso in pieno. Giusto oggi mi chiedevo perché tanta gente spinge altra che ha appena iniziato a correre con -10 gradi e la neve sostenendo che è l’esperienza migliore che si possa fare 😳
    I social e la condivisione sono molto utili quando hai una passione ma, come sempre nella vita, bisogna saper dosare e sxegliete

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...