Eppure è così semplice

Forse sto per dire una banalità ma credo che l’unica cosa che ci rende davvero felici è proprio la vita di relazione, con le giuste pause di solitudine e riflessione.
Proprio ieri con una mia collega concordavamo su quanto il nostro lavoro sia bello ma faticoso proprio perchè incentrato sulle relazioni, tutto il tempo, in continuo contatto con gli altri, adulti(interni o esterni) e minori. Indubbiamente servono delle abilità sociali notevoli, che, via via, si perfezionano con l’esperienza e con la passione.
Ogni problema si dissolve quando entrano in gioco la collaborazione, il sostenersi a vicenda, ed in primis un’ottima comunicazione, soprattutto tra persone che lavorano fianco a fianco quotidianamente.
Se la gente sapesse che l’unico modo per vivere bene è proprio creare relazioni positive con quelle persone che fanno parte della quotidianità, del proprio entourage, se tutti ci credessero, se pensassero a migliorare la comunicazione, se ascoltassero, penso ci sarebbe molta più felicità nel mondo. Soprattutto il rispetto per ciò che gli altri sono è importante così come imparare a gratificare apprezzando i pregi dell’altro anzichè sottolinearne i difetti. Io sono convinta che alla base di tutti i conflitti ci sia una cattiva comunicazione, e che quasi sicuramente tante antipatie a pelle o tante incomprensioni potrebbero essere evitate ponendosi all’altro in modo più assertivo e disponibile.
E ieri lei mi ha detto una cosa bellissima, sicuramente esagerando, ma quanto basta per darmi l’idea di come mi si percepisce all’interno del team ed anche fuori. D’altra parte, anch’io amo far notare agli altri ciò che di buono fanno, ringraziando la sorte per trovarmi dove mi trovo.
Sembra complicato? Eppure è semplice: per vivere felici bisogna migliorare le relazioni, ottimizzare i rapporti, non trascurare gli altri, far sentire loro che li apprezziamo per ciò che sono, in una parola far capire che sono importanti.
Forse non è semplice per tutti eppure la sola strada che permette di dare un senso al nostro vivere è proprio una comunicazione assertiva e completa: con le parole, con gli occhi e col corpo.
Maria Antonietta BS

cattiva-alimentazione-nellera-degli-smartphon-l-ughvtg
NO WORDS!
Annunci

45 thoughts on “Eppure è così semplice

  1. “se tutti ci credessero, se pensassero a migliorare la comunicazione, se ascoltassero, penso ci sarebbe molta più felicità nel mondo”
    Il problema è che purtroppo non tutti gli esseri viventi sono uguali e per ogni persona che è disposta ad ascoltare, a condividere, a creare positività ve n’è almeno un altra interessata solo al proprio io, a distruggere, a prevaricare , ad ingannare e con questi esseri purtroppo non c’è molto da dialogare.E’ un pò come la storia di Hitler…all’inizio…ma si…lasciamolo fare…poi si iniziò a prendere pezzi d’Europa e ancora non era una minaccia…ma si…dialoghiamoci…si fermerà…non s’è fermato…e non lo ha fatto perchè non era il dialogo che voleva .Voleva tutto e lo voleva da solo. L’esempio è volutamente forte, lo so, ma è solo per dire che, purtroppo non possiamo e non dobbiamo mai dimenticare che la malvagità e la cattiveria in certe persone esiste ed è radicata nel profondo e noi possiamo fare ben poco. Però, possiamo essere felici coi nostri simili ed è già qualcosa!

    Mi piace

      1. Invece finisce sempre che son loro che curano noi. Perché non dimenticare che il sadico non è stupido e si circonda di arrivisti, approfittatori, furbi, deboli e stupidi che lo seguono e proteggono. E quando è stupido allora diventa strumento di qualcun altro, spesso inconsapevole. Un pò come chi sposa le cause del terrorismo. Chi è più sadico, chi fa strage di innocenti o chi in insospettabili ville organizza traffici di armi italiane per rifornire quegli imbecilli? E chi permette a questi italiani brava gente di inviare tutta sta roba che interessi ha se non il far miliardi? E chi sapendolo lo permette sapendo che potrà ottenere vantaggi politici nel propagandare odio che cos’è? Come vedi, il mondo è questo. C’è gente perfida e poco incline all’andare d’accordo perché perderebbe la propria ragione di esistere. Senza di loro sarebbe indubbiamente un mondo migliore…ma ci sono, ne sono troppi e ci saranno sempre.

        Liked by 1 persona

      2. Beh si, in genere quando scrivo qualcosa è perchè la penso e non ricorro al generatore automatico di risposte! Ma un pò dovresti conoscermi : non mi prendo troppo sul serio e cerco sempre di ironizzare che a far troppo il serio non ci riesco!:-D

        Liked by 1 persona

      3. Tutta questa conversazione mi ha fatto venire in mente il pensiero di Machiavelli nel Principe: l’uomo nasce ontologicamente cattivo.
        “…chiunque organizzi una repubblica e ne ordini le leggi deve per forza supporre che tutti gli uomini siano cattivi, e diano sfogo alla malvagità della loro anima ogni volta che possono farlo liberamente… Gli uomini non fanno mai nulla di bene se non per necessità”

        Liked by 2 people

      4. Magari lui era un tantino esagerato nel ritenere tutti quanti cattivi ma di certo la percentuale di questi è alta ed è sufficente a rovinare la vita degli altri.

        Liked by 1 persona

      5. Ci sono alcuni professori la cui bravura è eccezionali. Sono pochi quelli che ho incontrato da ragazzo ma i loro insegnamenti mi son rimasti impressi nonosrante io sia uno smemorato pazzesco! Invece dei mediocri e degli autoritari non mi è rimasto nulla, nemmeno i loro nomi! 😝

        Liked by 2 people

  2. -migliorare le relazioni, ottimizzare i rapporti, non trascurare gli altri, far sentire loro che li apprezziamo per ciò che sono, in una parola far capire che sono importanti.- hai ragione se non fosse che l’egoismo, l’incomunicabilità e la solitudine di questi nostri tempi spesso ci incatenano ai blocchi di partenza,e non tutti riescono a sganciarsi… buondì antonietta, ottimo lunedì.

    Liked by 1 persona

  3. Ciao Mariantonietta, ho letto con interesse questo post, sono in sintonia. La cosa più importante sono le relazioni e per poterne tenere di efficaci bisogna fare un investimento quotidiano continuo… Faccio un lavoro che come il tuo richiede proprio questo. Ne sono felice, ma a volte anche molto stanca…

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...