La semplicità è la suprema sofisticazione

Le persone complicate si perdono tanto della vita perchè a loro sfuggono elementi fondamentali proprio perchè inseguono chimere generate dai grovigli che diventano la morte dell’intuizione, della vita interiore, che determinano l’allontanamento dalle semplici verità che solo col tempo vengono conquistate. Sembra paradossale che semplici si debba diventare ma è proprio così: la semplicità è la conquista di una vita, magari passata a costruire sovrastrutture che non fanno altro che appesantirla.
Quando incontro una persona di mezza età che ancora presta attenzione alle apparenze, o che si mostra sofisticata, penso subito che stia buttando fumo negli occhi, che abbia qualcosa da nascondere.
I complicati hanno, infatti, qualcosa da nascondere, di inconfessabile. La cosa assurda è che diventare semplici, bambini, è un lavoro difficile, per molti inaccettabile e scomodo, eppure sarebbe la soluzione a molti problemi, permetterebbe un approccio intuitivo alle situazioni. Recuperare l’umiltà nonostante la cultura e le ricchezze materiali, andare oltre i piaceri effimeri, saper apprezzare le piccole gioie quotidiane, non avere paura della verità, non negare la propria fragilità, essere veri con gli altri, non pensare che la dolcezza sia debolezza, sono tutti segni della propria evoluzione interiore, quella che riporta ad un animo “bambino”. Un lavoro lungo.
Non per niente Leonardo da Vinci affermò che La semplicità è la suprema sofisticazione, una frase molto profonda eppure chiara ed illuminante.
Lui era un genio, ma il suo eclettismo certamente era frutto non solo di un’ottima intelligenza ma di un animo artista, intuitivo, immaginifico, un uomo col sesto senso, quello che comunemente appartiene più al genere femminile.
Non me ne vogliano gli uomini ma su certe cose noi donne abbiamo un quid in più.(o sono loro che hanno un quid in meno? Oddio, i dubbi a volte mi assalgono a tradimento!)
Insomma, per farla breve, bambini non si nasce ma si diventa, ma ci vuole coraggio per diventare veri, per mostrarsi nudi davanti agli altri.
Maria Antonietta BS

10686880_502587566542990_8119608419256446319_n

 

Annunci

15 pensieri riguardo “La semplicità è la suprema sofisticazione

    1. infatti non per niente ho scritto “un lavoro lungo”. 😉 Però a pensarci bene sia io che te stiamo cadendo nella trappola dei luoghi comuni. Chi ha detto che le donne sono complicate? Chi ha detto che gli uomini sono semplici? Io invece sbaglio quando affermo che le donne sono intuitive, dovrei dire che lo sono di solito. La donna intuitiva è una donna risolta, al contrario, le donne irrisolte non ne azzeccano una

      Liked by 1 persona

  1. con me sfondi una porta aperta: tempo fa ti parlai di Marco Saya, un poeta contemporaneo che amo molto e che ha scritto: essere difficili , incomprensibili è facile… è difficile essere chiari, semplici. concordo in pieno, antonietta

    Liked by 1 persona

    1. Ricordo quando mi stavo preparando al concorso di cattedra, l’insegnante che teneva un corso di specializzazione ci disse:”Preparatevi perchè la cosa difficile non è insegnare un contenuto ma renderlo fruibile per tutte le fasce di livello”…una cosa che non ho mai dimenticato, quella di semplificare i contenuti e poi lo faccio anche fuori dalla scuola per deformazione professionale

      Mi piace

  2. La semplicità è nel mio DNA ed essendo sempre stato così non ho percorsi da fare in tal senso! Parlo semplice, vesto semplice, guardo alle piccole cose e tutto ciò che è apparenza l’ho sempre rifiutato e schivato. Anche nei gusti di donne, mettimi a scegliere tra quella tutta vestita a puntino, firmata, glamour e tutta truccata o quella in jeans acqua e sapone e certamente dribblerò la prima. È giusto? È sbagliato? Non lo so, son così e probabilmente sono strano io!

    Mi piace

      1. Ahahahah son proprio curioso però anche l’estetica fa parte della semplicità! Ps certo che rimandato a settembre e a stento è finito il quadrimestre…miii prof ma non sarà un pò troppo severa? 🙇🙇🙇😂

        Liked by 1 persona

      2. Il Consiglio ha deliberato la rimandatura dell’alunno Dem per il seguente debito formativo:
        L’alunno non ha sufficientemente riflettuto sull’Universo prima di tutti i suoi commenti, dunque la sua comprensione del testo risulta deficitaria. E’ condannato alla lettura di tutti i post di tipo esistenziale, con esecuzione di riassunti e commenti sui brani. Così è deciso la seduta è tolta 😀

        Mi piace

      3. E’ qui che ti sbagli, spesso la vera eleganza è quella semplice e non ha nulla a che vedere con un look sul tipo “albero di Natale”, è esattamente il contrario! Certo, ogni donna nella vita ha provato ad agghindarsi in maniera molto eccentrica eppure l’eleganza vera non è quella, non dipende nemmeno dal costo, solo dal gusto. In un’ultima analisi spesso si appare molto eleganti per come si porta un abito, per come si è dentro.

        Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...